Il momento in cui si decidono le sorti di un uomo è sempre avvolto da un’oscurità più fitta di qualsiasi mistero

21 gennaio 2009

matteo1

Annunci

14 Responses to “Il momento in cui si decidono le sorti di un uomo è sempre avvolto da un’oscurità più fitta di qualsiasi mistero”

  1. GattoMur Says:

    Mi fai tornare in mente cose che credevo di avere dimenticate. E mi rendo conto di non averci, invece, mai fatto i conti come occorrerebbe. Ad esempio facendo quello che, mi sembra di capire, hai fatto tu: andare lì.

  2. enzopenzo Says:

    Matteo faceva (fa?) parte di quelle cose non affrontate e lasciate in disparte nella mia mente. Trovare la sua tomba ha rilasciato un fiume di emozioni alle quali non sono riuscito ad opporre alcuna diga. Mi sento allo stesso tempo più lieve e più pesante. Se ti va di trovarci un giorno per parlarne…

  3. GattoMur Says:

    Sì, volentieri. Sarebbe anche bello andare lì assieme, ma so che è di difficile attuazione.

  4. lollo Says:

    Ho cercato il nome di Matteo e ho trovato questo.
    Non so chi tu sia, Enzo. Conoscevo Matteo, gli volevo bene; a Bologna frequentavo la casa in cui è morto.
    Luigi

  5. GattoMur Says:

    Ciao, Pedante Illuminato!

  6. lollo Says:

    Non mi sento molto a mio agio in un blog. Mi firmo come se fosse una lettera.
    Oggi è un giorno particolare, ma non è certo l’unico giorno in cui penso a Matteo. Da poco ho visto Cristian e gli ho detto dove incontrare Marco… Ogni tanto vedo a Bologna o sento per telefono Gianluca. Ma voi chi siete? Devo indovinare?
    Vado a stampare una verifica di grammatica. Insegno in una scuola media.
    Lo sconosciuto che ha creato il blog ha la mia mail. E’ facile ricavarla anche per gli altri e le altre che mi conoscono: un punto tra il nome e il cognome, e un cappello inglese libero in italia.
    A presto.

  7. Red Says:

    Mmhhhh…
    Quando Lollo, stasera, mia ha detto che esisteva un blog con il nome di Matteo, mi è venuta la pelle d’oca. Poche settimane fa ho incontrato Monica, che tutti voi conoscete. La seconda domanda che mi ha posto è stata riguardo a Matteo e ai sentimenti che ancora potevo provare pe lui. La risposta della mia bocca è stata un semplice inetero silenzio, quella della mia mente una tristezza infinita. Poi le solite cose. una settimana da scontroso, odio per il mondo, incazzi, silenzi e merda per tutti. Dopo ho deciso che era l’ora di fare i conti con questo fantasma, che mi fa passare gli anni a pensare e mi toglie il sonno. Subito dopo incontro Lollo che mi dice che c’è chi l’ha fatto…
    Ciao amici.

  8. Red Says:

    P.S.
    Mi mancano i tuoi canaderli.
    E il suo risotto alle rane.
    E la tua maschera da super Pippo…
    E le nottate in via dei coltelli, la radio scassata, le canzoni di Guccini e Baccini, le cene all’osteria di Broccaindosso, i wargames con Max, il Messico con te, la cena a casa tua dove ho raccontato a tuo padre le barzellette sui rossostrisciati, l’occupazione, Luigia, Silvia, la mia allegra e disinteressata voglia di vivere, la Budwaiser, l’alba, Maddalena, il caffè e l’aperitivo al Piccolo, Linda, Maurizio, Veronica, Centotrecento, largo Respighi, i panini al baretto, l’alba sui colli, i sogni, l’arazzo di natale, il caffè delle cinque del mattino, Francè……

    E tutti quelli che non ho citato, non li ho citati solo perchè un esile filo mi tiene ancora legato a loro… Oppure sono semplicemente volati via…

  9. enzopenzo Says:

    Ciao!
    Beh, guarda un po’ cosa salta fuori!!
    Mi sa che questo è uno degli scherzi di Matteo, come la bambola vudu che fece di Francé!!!

  10. diomede Says:

    Ho cercato per due volte la tomba di Matteo senza riuscirci ; la prima volta nella primavera 2000 e la seconda lo scorso settembre .Vincere un inspiegabile ” pudore ” , timore ; uno stupefacente silenzio che dura da anni.Cercare Matteo senza ritrvarLo è stato come moltiplicare il mio peso , ancora . Ritrovo in questa pagina alcune voci lontane e comunque sempre vive ; confesso che in alcuni momenti mi sorprendo a scrivere i Vostri nomi sulla rete per spuntare delle tracce .Può sembrare banale tenersi a dei ricordi , ma ho avuto grazie Voi la possibilità di caratterizzare forse uno dei periodi più significativi e più dolci della mia vita sin qui trascorsa .Ho in testa le Vostre voci e ho i Vostri sorrisi… Custodisco tutti quei giorni così gelosamente che mi è difficile condividerli con ” estranei ” .Tutto questo che è stato è solo mio . Sarebbe grandioso avere una risposta e da Enzopenzo una indicazione per trovare la prossima volta la tomba di Matteo .

  11. wuming1 Says:

    Ragazzi, ci sono anch’io, Roberto. Oggi pensavo a Matteo, agli anni che sono passati (il ventennale è vicino, mi sono reso conto), e d’impulso ho cercato il suo nome, capitando qui.
    Vorrei tanto rifare quel viaggio di quasi vent’anni fa. Vorrei riformare la vecchia compagnia allargata: Marco, Massimo, Luigia, Salvatore, Dante, Cristian, Gianluca, Marzia, Lollo… Non vedo alcuni di voi da oltre vent’anni. Altri, come Marco, ogni tanto li incontro per strada. Abbiamo condiviso una fase cruciale delle nostre vite. Per certi di noi, la fine dell’adolescenza, nientemeno. Alcuni di noi durante la Pantera erano matricole, diciannovenni… Vogliamo rivederci?

  12. wuming1 Says:

    Mi sono accorto che ho dato per scontato (e quindi non ho menzionato) Laurence, in quanto – almeno mi sembra di aver capito – titolare del blog e quindi primo indirizzario del mio commento/appello. Scusami, amico e compagno Enzo Penzo, ogni tanto penso anche a te, e non sapevo di questa tua presenza on line. Non sto su FB, e affido alla serendipità il ritrovamento dei vecchi amici.

  13. lollo Says:

    Sono anni che vorrei parlare di Matteo con tutti voi.
    A presto, spero.

  14. GattoMur Says:

    Beh, a questo punto si tratta solo di uscire dalla virtualità e mettere in pratica il desiderio di rivedersi. Non è poi impossibile…
    (PS: enzopenzo, riprendi a scrivere su ‘sto blog, dai…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...