Domenica

26 luglio 2009

Per anarcorivoluzionari

14 luglio 2009

Frippertronics

13 luglio 2009

Imperatore cremisi

11 luglio 2009

Re Cremisi

10 luglio 2009

X=?

7 luglio 2009

obama_berlusconi_ap466

X=A/B

A= fotografie di leaders stranieri che posano la loro mano sulla spalla di Silvio Berlusconi

B= fotografie di Silvio Berlusconi che posa la mano sulla spalla di leaders stranieri

Questa è la formula della stima di cui Silvio Berlusconi gode all’estero. Prendete il prossimo G8 dell’Aquila, guardate le fotografie scattate, e calcolate X. Più X si avvicina allo zero meno è la stima che il Silvio Mugabe può comandare. Se X>1 Silvio ha compiuto un miracolo. Se Silvio riesce (ma ne dubito) a non toccare la spalla di nessuno degli statisti presenti e (autentico 6 da superenalotto) riesce a farsi fotografare abbracciato da un suo collega, ovvero X=∞, allora mi tolgo il cappello (e anche tutti gli altri vestiti) di fronte a questa prodezza. Da quello che leggo sulla stampa estera il Nostro rischia un X=0.

the_reverend_on_Ice

Nel tentativo di squalificare l’attenzione della stampa estera nei suoi confronti il presidente del consiglio parla di una “morbosa campagna della stampa estera”, indicando in Murdoch l’artefice di questa trama. Che la stampa estera faccia il suo dovere è una cosa che evidentemente dà fastidio. Ma forse è meglio far credere che le critiche rivolte a Berlusconi siano tutte sul piano dei suoi comportamenti privati, per cui ben vengano in quanto coprono altre colpe. In verità la stampa estera analizza più a fondo le azioni del governo italiano. O meglio le inazioni. Prendete per esempio questo articolo del Guardian (che non fa parte del gruppo Murdoch – ma che potrebbe essere insufflata dalla sinistra italiana). La preoccupazione espressa è che il vertice dell’Aquila sia una pura passerella, priva di contenuti. Mai sono stati attesi così tanti capi di stato e di governo (se ne attendono dai 39 ai 44), eppure non è stata preparata un’agenda di discussione. Tanto che il governo americano ha preso l’iniziativa per organizzare i temi da affrontare. Questo aggiunto al fatto che l’Italia non ha rispettato gli impegni presi in precedenti incontri del G8 e al fatto che non sta nemmeno pagando la sua quota d’iscrizione all’esclusivo club spinge, giustamente, a chiedersi dell’opportunità della sua stessa presenza.