Vulnus democratico

7 marzo 2010

Quando sarà sanato quel grave vulnus democratico che non ha permesso a milioni di persone di televotare Morgan? Escluso da San Remo per cosa? Per l’eccesso di rigore della direzione del Festival stesso. Io dico che sia annullato il risultato del Festival di quest’anno, che sia rifatta la competizione, e che vinca il migliore. Questa è la democrazia. Altro che i lacci e lacciuoli delle regole e dei regolamenti. Tsé!

Annunci

Non è poi difficile dimenticarsi del festival della canzone italiana di San Remo se si pensa che la canzone italiana è stata rappresentata da capo lavori come questo.

In un momento di cattiveria ho pensato di dedicare questa canzone a Uòlter Veltroni. Poi ho pensato che non se lo merita. O se lo merita?

Guardare oltre

16 febbraio 2009

hippo1

Hai qualche volta quella sgradevole impressione che la mano che ti stanno agitando davanti al viso serve per non farti capire che ti stanno sfilando il portafoglio? Ogni settimana i nostri politici sono investiti di un caso morale, la settimana scorsa gli Englaro quella prima Cesare Battisti la prossima San Remo (io punto su Benigni – sono piuttosto scontati i nostri), ma nel frattempo cosa fanno? Per incominciare il decreto sulla sicurezza. Ovvero per aumentare la sicurezza ostacolano le intercettazioni e dotano dei padani con la pancia da birra della possibilità di girare a mo’ di ronda. Mi sento già più sicuro. Per non parlare di come il governo intende affrontare la crisi economica. Già, come intende affrontare la crisi economica? Non si è ben capito, se non che ti danno soldi se compri automobili o frigoriferi. Confrontando l’Italia con gli Stati Uniti, la Francia o la Germania (lo so, sono impietoso, i prossimi raffronti li faccio con la Siria e la Colombia, giuro) si vede subito l’inadeguatezza dei provvedimenti. Quindi ben venga un altro caso Englaro. Vale veramente la pena al signor Silvio Berlusconi abbracciare una causa come questa. E tanto per gradire ha potuto pure fare un saggio della potenza dei suoi media. Prima della sua discesa in campo accanto al Vaticano i sondaggi sostenevano che quasi l’80% degli intervistati fossero favorevoli al fatto che il corpo di Eluana Englaro potesse andarsene. Pochi giorni dopo la sua dichiarazione che avrebbe licenziato un decreto perché non potesse essere interotta l’idratazione e l’alimentazione della Englaro uscirono dei sondaggi che sostenevano che la metà degli intervistati fossero a favore del provvedimento. Non sarebbe scientifico dire che il 30% degli italiani hanno cambiato opinione in pochi giorni, ma sicuramente i media sono riusciti a torcere le notizie in maniera favorevole al presidente del consiglio.